DOC e DOCG

 

DOC è una designazione italiana che garantisce la qualità del vino e degli alimenti. Per rientrare in questa classificazione, il prodotto deve essere conforme alle norme di tutela della qualità e del  territorio di provenienza come previsto dal disciplinare.

 

Le denominazioni principali sono due:

  • DOC      Denominazione di Origine Controllata
  • DOCG    Denominazione di Origine Controllata e Garantita

 

La “garantita” è più severa e fu istituita quando la denominazione DOC fece crescere il valore delle aree limitate, dove la pendenza è maggiore, costringendo così i viticoltori a svolgere a mano tutto il lavoro in vigna.

 

Gli standard della DOCG sono molto simili a quelli della DOC ai fini del riconoscimento ma qualitativamente differenti. La DOCG prevede rigorosi controlli di qualità sul vino da parte di incaricati autorizzati dal Governo, prima di imbottigliarlo e apporvi il sigillo di Stato.

 

Prosecco Superiore DOCG

Il Prosecco rientra nella denominazione DOC dal 1969. A metà del 2009 una revisione del Disciplinare stabilì che il Prosecco non era più il “tipo di vigna”, bensì una regione ben delimitata e classificata come zona Conegliano e Valdobbiadene.

 

Questo passo sancì e rese formale la qualità dei vini spumanti Prosecco.

 

Il Disciplinare prevede normative estremamente severe:

  • Tutte le uve devono provenire esclusivamente da vigneti situati nell’area delimitata per legge.
  • La qualità di produzione deve essere strettamente conforme alle norme previste.
  • La spumantizzazione e l’imbottigliamento possono avvenire SOLO nelle cantine della provincia di Treviso.
  • È obbligatoria l’applicazione della fascetta di Stato.

 

Come conseguenza di questa nuova classificazione, gli altri vini prodotti nelle zone precedentemente denominate Prosecco IGT, Colli Trevigiani, nella provincia di Treviso, sono stati promossi allo status di PROSECCO DOC TREVISO, dal momento che queste uve provengono da una regione di profonda conoscenza e competenza della viticultura, con il clima ed il terreno necessari per garantire prodotti di massima qualità.